PARCO NAZIONALE QUATTRO REGIONI


ITALIA



parco regionale delle quattro regioni dal monte lesima


[email protected]



350.000 Ha

trecento cinquanta mila ettari nella bella:

Italia Settentrionale


mappa parco 4 regioni Italia fisica coordinate

confronto parchi Italia:

parchi nazionali Federparchi



[email protected]


Apis mellifica su fiore di Mora selvatica Annibale Covini ph.


Parco dello Stelvio

135.000 ettari



Parco nazionale del Gran Paradiso

70.000  ettari



Nazionale Abruzzo, Lazio e Molise

50.500  ettari



Parco Nazionale del Pollino

192.565   ettari

(il più grande d'Italia)





[email protected]


Bombo su Centaurea   Annibale Covini ph.


I parchi italiani

 con una superficie pari a:

1.500.000 ettari

di terre emerse,

tutelano solo

il 5 %

del

territorio nazionale pari a:

30.134.000 ha;

aggiungendo

 il parco delle 4 Regioni,

con i suoi 350.000 Ettari,

si aumenterebbe

la superficie territoriale

dei parchi nazionali al

6 %

di

un punto percentuale !!!


muretto a secco Valle Tidoncello Merlingo Piacenza

il totale delle

AREE  PROTETTE  ITALIANE

è pari al

10,50 per cento

del territorio (acqua + terra)




[email protected]



Grazie a persone determinate,

Annibale dito puntato

vaste aree del territorio,

Monte Lesimam dida Parchi nazionali mondo wiki

nazionale e mondiale,

sono state tutelate

per le future generazioni.



cartina disegno idea  inizio Annibale Covini


[email protected]






Esistono diverse

normative e vincoli paesaggistici 

nel

territorio dove si propone

il

Parco nazionale delle Quattro Regioni:

Monte Alfeo con cartina didascalico Parco Quattro Regioni


piani paesaggistici;

 

Piani Territoriali di Coordinamento Provinciali

o delle Città Metropolitane

sono strumenti dettagliati e studiati accuratamente.

La pianificazione territoriale,

in seguito,

ha ottenuto sempre più attenzione e dettagli.


profilo Monte Lesima e nuvole




[email protected]




La tutela potrebbe rafforzarsi

grazie al coordinamento di più

istituzioni e associazioni.


bosco faggi foto per associazioni italiane tutela ambiente



[email protected]





Ridare gli

spazi necessari alla flora e fauna autoctona di insediarsi,

guidando

la manutenzione dell’ambiente

con

indagini conoscitive della

biodiversità.


Arethusana arethusa foto Enzio Vigo per il Parco Quattro Regioni



I metodi rigorosamente scientifici di gestione

deriveranno dalle indicazioni e studi di:

scuole,

istituti,

università,

tecnici

ed abitanti della Madre Terra,

che vorranno aiutare

e saranno

sempre benvenuti a

tavoli di proposte e trattative.


Parco 4r dal Lesima vs sud



[email protected]



Cetonia su fiore giallo   Annibale Covini ph.



Tutto verrà gestito su un piano istituzionale,

recependo le norme e leggi

a cascata”:


dai regolamenti comunitari,

le leggi quadro,


alle normative comunali.



[email protected]



Annibale


Nota di Covini Annibale:

purtroppo le leggi quadro vengono continuamente

modificate con minori restrizioni di tutela ed

una vendita della gestione del territorio ai privati,

il Corpo Forestale dello Stato è stato CHIUSO,

da un Governo,

oggi è il 12 settembre 2017,

non eletto a suffragio universale,

perciò non democratico.




[email protected]



Parco Quattro Regioni dal Monte Lesima verso Sud



La legge quadro pei parchi nazionali

  è stata molto... troppo modificata

quest'anno (2017),

da un Governo autoistituitosi...

si spera sempre per un futuro

con migliori Amministratori...



Alla Presidenza della Commissione

un famoso ambientalista,

visto malamente anche dalla Associazione

alla quale ha dato molto.

Non si

capisce come abbia

potuto deludere il Mondo

delle

Associazioni ambientaliste.

Bombo su Centaurea al Monte Penice

Non esisterà più una forte
autorità centrale

di controllo per dei parchi nazionali

"regionalizzati"...


I Parchi Nazionali italiani

doverbbero esser visti

come

Parchi Europei.


Di fronte a tali cambiamenti con troppe

autonomie della gestione territoriale,

il

Parco nazionale delle Quattro Regioni,

che io,

Annibale Covini,

Annibale Covini per il Parco delle Quattro Regioni




[email protected]


sto proponendo con questa pagina,

sarà ancora più difficile da istituire.




La partecipazione del cittadino-abitante

sarà necessaria in ogni fase

per ottenere i consensi nella

logica di

sviluppo sostenibile.


Prunus avium fiori


Periodicamente andranno

pubblicati i

conti economici e finanziari

dell'Ente Parco,

anche con cartaceo nei paesi,

 chiedendo agli abitanti un parere per

migliorare la qualità della vita di

ogni essere del Parco Pubblico.

Inachis io foto di Enzio Vigo




[email protected]




Denominato:

Parco Nazionale delle Quattro Regioni”

foto dal Lesima con indicazioni a cura di Covini Annibale per il Parco 4r

comprende la zona di confine fra la:

Liguria (Provincia di Genova, La Spezia),

Lombardia (Provincia di Pavia),

Emilia Romagna (Provincia di Piacenza, Parma) e

Piemonte (Provincia di Alessandria).

cartina bozza di Annbale Covini per il Parco delle Quattro Regioni

Il Parco delle 4 Regioni si trova in una

zona italiana poco protetta

da parchi e riserve naturali:


cartina Parchi italiani Federparchi



[email protected]




I CONFINI

Partendo da Pianello (PC), in senso orario:


Pianello, Verdeto, Agazzano,

Monegliano, Statto, Rivergaro,

Verano, San Giorgio, Rezzano, Lugagnano v. A.,

Vernasca, Bivio Luneto, Passo Pellizzone, Gazzo, Bardi,

Noveglia, Prato, Porcigatone, Borgo v. T,

Gotra, San Quirico, Crocetta, Passo 100 Croci,

M.te Caranza, Varese Ligure, M'te Chiapozzo,

Frisolino, Carasco, San Colombaro, Certénoli,


Monte Alfeo e cartine


Cicagna, Montoggio, Casella, Borgo Fornari,

Creverina, Pratolungo, Cassano, Stazzano,

Cerreto, San Sebastiano, Casasco,

Ponte Nizza, Casa Ponte,

Sant'Albano, Cassano,

Crociglia, Zavattarello,

Caminata, Tassara, Trevozzo, Pianello


fiore Carlina bn Annibale Covini per il Parco Quattro Regioni


[email protected]





Superficie totale Parco

circa 3.500 Kmq

350.000 Ha

Valle Tidoncello Merlingo nel Parco nazionale delle Quattro Regioni



Il simbolo proposto

del parco proposto

è

una foglia di Agrifoglio


disegno Annibale Covini foglia di Ilex aquifolium

Illustrazione da Wikipedia dell'Agrifoglio

Illustrazione agrifolio da Wikipedia





[email protected]






Nelle vallate,

a volte incontaminate ed impevie,

ideali per la conservazione di animali e piante,

protetti dalle manomissioni antropiche, troviamo

i fiumi:

Sesia

Arda

Staffora

Tidone

Trebbia

il fiume la Trebbia ad Ottone nel 2015 per il Parco Quattro Regioni

Nure

Ceno

Taro

Lavagna


il fiume la Trebbia ad Ottone nel 2015  nel Parco Quattro Regioni


[email protected]






i monti:

Monte Penice profilo al tramonto foto di Annibale Covini per Parco Quattro Regioni

Penice


Monte Lesima nel Parco nazionale delle Quattro Regioni

Lesima


Monte Alfeo nel Parco nazionale delle Quattro Regioni a cura di Annibale Covini





[email protected]





Alfeo

Val Boreca e Monte Alfeo

Gottero

Maggiorasca

Antola


Biancospino nel Parco delle Quattro Regioni


le aree protette:

Agoraie di Sopra e Moggetto

Monte Antola

Val d'Aveto

Monte Alpe



Iphiclides podalirus foto di Enzio Vigo per Parco Quattro Regioni

le Regioni:

Lombardia

Emilia Romagna

Liguria

Piemonte



Dardi Prunus avium Annibale Covini Geapan Praticchia 2004




[email protected]






le Province o Città Metropolitane:

Pavia

Piacenza

Parma

La Spezia

Genova

Alessandria


la Trebbia ad Ottone nel Parco delle Quattro Regioni



[email protected]





Progetto proposto da

Annibale Covini

Annibale Covini a Praticchia nel Parco delle Quattro Regioni




[email protected]


per il


PARCO DELLE QUATTRO REGIONI

il Torrente Aveto nel Parco delle Quattro Regioni

Il parco non viene visto come stagnazione della sua intera area,

ma dinamica tutela del territorio:

concetto già affrontato in

Abruzzo per il Parco Nazionale.





[email protected]





L'individuazione di

4 fasce di protezione

indirizzerà il parco per un cammino verso la

rinaturalizzazione di aree compromesse

da eventuali sfruttamenti e manomissioni.


 Si potrebbe introdurre nella

grande wilderness area

la Lince

o il Gatto Selvatico? (Annibale)

bozza disegno Annibale di una Lince


Lince da immettere nel Parco Quattro Regioni




[email protected]







Zona a) Riserva integrale



Territorio a monte delle

curve di livello altimetriche

950 m slm.



Si tratta della fascia più protetta,

dove

non viene consentita alcuna forma di sfruttamento

od uso produttivo del suolo;

Monte Alfeo per zona A

il visitatore può accedervi senza abbandonare i sentieri segnati;

la flora e fauna

sono lasciate alla loro spontanea e libera evoluzione;

ogni intervento deve essere studiato e progettato

da un gruppo di esperti

che formeranno

il comitato scientifico;

Issoria latoni foto di Enzio vigo  Praticchia nel 2016

le opere già presenti: p.es. impianti e antenne;

verranno normati da

formule limitanti e progetti di bonifica/mitigazione




[email protected]







Zona b) Riserva generale



Individuata

fra le curve di livello altimetriche

950 e 650 m slm.


Cornus sanguinea frutti a Praticchia Pecorara Piacenza Italia



Non ammessa agricoltura e silvicoltura intensiva.



Seguire le indicazioni di

sviluppo sostenibile

dell'agricoltura a livello comunitario.



Favorire escursioni e visite guidate,

senza mezzi motorizzati,

con il massimo rispetto per la natura.


Hipparchia fagi   Enzio Vigo ph.



Sistemazione dei corsi d'acqua,

muri a secco,

terrazzamenti e logiche di

gestione del territorio adeguate alla sua

delicata struttura.



Evitare sfruttamenti integrali dei corsi d'acqua

come sbarramenti totali (dighe).


Limenitis reducta  foto di Enzio Vigo a Praticchia  Italia



Render pubblico

(aggiungere al demaniale presente,

da non alienare assolutamente)

tutto il terreno

sulle due sponde del corso d'acqua,

per 20 volte la larghezza nel momeno di piena.


Cetonia aurata su Tragopogon foto di Annibale Covini per il Parco delle 4r


Un corso d'acqua largo un metro

diverrà una fascia alberata di 20 metri e

riconosciuto come bosco

dalle normative forestali nazionali.




[email protected]








Zona c) Coltivazioni e agricoltura



Individuata

Territori a valle delle

curve di livello altimetriche

650 m slm,

esclusi centri abitati,

zone edificabili (come da strumenti urbanistici),

strade e tutte le costruzioni,

facenti parte della Zona d)


Polyommatus escheri per Parco Quattro Regioni grazie ad Enzio Vigo



Promuovere un'agricolturra eco-compatibile,

in accordo con le associazioni di categoria,

della silvicoltura non monospecifica,

con piante autoctone e differenti,

maggior numero possibile di specie.



Abolire l'accorpamento dei fondi e

favorire la differenziazione dei coltivi.

Tecniche agricole meno impattanti (no arature sui pendii).

Argynnis paphia foto di Enzio Vigo per Parco Quattro Regioni



[email protected]








Zona d) Edificato ed edificabile



Tutto il territorio al di fuori delle tre zone precedenti

Sono i centri abitati,

le zone edificabili (come da strumenti urbanistici),

le strade e tutte le costruzioni.

Annibale Covini



[email protected]


In questa fascia

vengono recepiti gli strumenti urbanistici esistenti.

Si sovrappone alle altre zone per la

presenza di edifici su tutto il territorio.

Libellula rossa foto di Annibale Covini

Vengono intensificate le

zone di protezione lungo i corsi d'acqua e

luoghi di particolare interesse paesaggistico.





Questo sito è stato creato da

Annibale Covini



[email protected]


Annibale Covini ad Opera Milnao Lombardia Italia

grazie al

Sistema Operativo libero

Ubuntu 16

Ubuntu 12 icone



Programma libero: Bluegriffon

linguaggio htlm

aggiornato il:  15 febbraio 2019




La pagina è stata pubblicata

 per la prima volta nel

gennaio 2014

L'idea del parco mi è venuta nel

1998 ...

continuo e continuerò ad insistere

Annibale Covini


Parco delle Quattro Regioni Italia



Hanno visto questa pagina dal

12 ottobre 2017


persone

grazie... ciao


Annibale Covini   CV NN BL 60 T 11 F 205 T



[email protected]



Annibale a Opera MIlano Italia

Annibale Covini

sottoscrive

le norme

della Comunità

Creative Commons

cc large icone


applica le seguenti restrizioni d'uso

Attribuzione

- Non commerciale

- Non opere derivate 3.0 Italia

(CC BY-NC-ND 3.0 IT)

Creative Commens Licenza 3




Citare

sempre le fonti delle

ricerche e rispettare:

gli autori che esigono i diritti;

i marchi:

Copyrights icone

[email protected]



Covini Annibale

CV NN BL 60 T 11 F 205 T

Opera  -  Milano - Italia